Una panoramica non troppo tecnica di questa cosa chiamata Bitcoin

La fonte originale di questo articolo si puÚ trovare sul Bitcoin Reserve Journal

This image has an empty alt attribute; its file name is photo-1554386690-ddcab0b98d1d.jpeg

Introduzione

ntroduzione alla serie

Quando mi hanno esposto i Bitcoin per la prima volta, per me era solo un numero su uno schermo che potevo scambiare. Compra basso, vendi in alto, fai soldi. Tuttavia, Bitcoin è molto di più. Stavo trattando apparentemente con disprezzo un dono miracoloso all’umanità. Bitcoin merita molto più rispetto.

Durante il bear market del 2018, quando l’eccitazione dei profitti è scomparsa, spazzata via dal dolore delle perdite, ho deciso comunque di non vendere, o fare “HODL”, come il famoso meme. Sapevo che avrei dovuto avere pazienza, avevo tempo a disposizione. Così ho deciso di saperne di più su cosa fosse Bitcoin. Per fortuna l’ho fatto! Ero stupito. Da allora, ho imparato continuamente di più, e a mano a mano tutto aveva più senso, la mia convinzione è aumentata. Come anche il mio investimento.

Mi sono chiesto: “Sto per imboccare una brutta strada?” La dovuta prudenza e diligenza hanno fatto sì che io cercassi molto duramente i punti deboli in Bitcoin. Dopo 18 mesi di ricerche, quasi quotidianamente, non ho mai trovato un’obiezione soddisfacente o una possibile pecca per non accumulare aggressivamente bitcoins.

In questa serie, spiegherò prima cos’è Bitcoin e come funziona. E presenterò le risposte che ho trovato a tutti loro, con i dovuti approfondimenti.


Capire Bitcoin Ë inizialmente difficile, ma poi…

All’inizio non è facile capire Bitcoin. Penso che a un nuovo arrivato sia meglio spiegare COS’è Bitcoin, non COME funziona. Cosa può fare, i problemi che risolve e perché è importante. Non dovremmo immergerci in COME funziona troppo presto. Non ce n’è bisogno. Non aggiunge comprensione e apprezzamento del perché Bitcoin è un dono incredibile per l’umanità.

Bitcoin non è facile da spiegare. Non esiste un paragrafo in grado di trasmettere tutte le sue proprietà cruciali. Ogni breve spiegazione è fuorviante in qualche modo.

Questo in parte perché nulla come Bitcoin è mai esistito prima, quindi non c’è nulla con cui le persone lo paragonino. I confronti vengono effettuati automaticamente per aiutare a comprendere i concetti, ma sono imprecisi e portano a conclusioni errate. Bitcoin sfida molte idee preconcette sul denaro (che sono sbagliate) e sono date per scontato. Sfida le viste del mondo, e questo è scomodo per le persone.

Un altro motivo per cui è difficile da spiegare è perché ha molte parti diverse e complicate, ognuna con funzioni diverse – e solo comprendendo ogni parte il tutto può essere capito. Queste parti complicate sono più facili da capire se si ha una comprensione di base di vari campi come l’informatica, la crittografia, l’economia austriaca, la storia del denaro, i social network, la teoria dei giochi, la psicologia umana e l’evoluzione / selezione naturale.


Un numero scarso

Bitcoin è solo un numero digitale. Ma un numero scarso. Come può essere? Questo concetto sembra non avere senso. Un numero scarso non ha senso. Ora che ti ho incuriosito, ti invito a continuare la lettura per capirne di più. Ce ne sono 21 milioni. Ognuno può essere suddiviso in piccoli pezzi, fino a 8 cifre decimali. Puoi possedere un importo di appena 0,00000001 bitcoin. In realtà non sono “monete” in quanto tali, sono solo numeri speciali.

Pezzi di esso possono essere spostati da un luogo all’altro, ma questi pezzi non possono esistere in due posti contemporaneamente. Non possono essere copiati. Questo è molto speciale.

Se ho 0,5 bitcoin e lo mando a qualcun altro, non ho più quella frazione di bitcoin. Questo è diverso da un’e-mail, in modo che se lo invio, posso conservarne una copia. Forse potrebbe aiutare (all’inizio) a pensare a una quantità di bitcoin come un’e-mail identificabile in modo univoco contenente un numero, che può esistere solo in un posto alla volta.

This image has an empty alt attribute; its file name is PcgkNdv2NdYgRJT7BfxJ_JAYVyD7VK7d_Snzmaj0z3RRi5AVddesk1pmfPgHxwu5o-WZK4ZFQErTL2aku3iEWGo9eJwwUrPwwTg7K1LzC1sLftIoxZh2nI8oFBvehIq_H7s2tWBv

Nessun oggetto digitale ha mai avuto questa proprietà. Inoltre, senza questa proprietà, il denaro digitale senza un coordinatore centrale non è possibile.

La Blockchain

Aumentiamo un po’ la complessità del discorso. Bitcoin non è solo il numero, ma anche il “libro” digitale, o libro mastro, dove viene registrato tutto. I numeri (le unità) sono minuscoli ‘b’, il libro è maiuscolo ‘B’. Il libro mastro registra anche a quale indirizzo sono associati i bitcoin. Per ora, pensa a questi indirizzi come i numeri di conto bancario che “detengono” bitcoin.

La Blockchain di Bitcoin, o il “libro” o il “libro mastro”, contiene il saldo di ogni indirizzo (conti) e ogni movimento di bitcoin (le transazioni) dall’inizio della creazione di Bitcoin. Mettiti in pausa e assorbilo per un momento: ogni transazione, per ogni account, sempre. Un sistema monetario completamente trasparente. Non un conto bancario trasparente, ma un sistema monetario trasparente.

Nota: gli indirizzi non hanno alcuna identificazione personale associata a loro nel libro mastro, ma la proprietà può essere dedotta dalla loro sorveglianza. Per questo motivo, la privacy non è l’impostazione predefinita, ma può essere raggiunta con delle buone pratiche da utilizzare. Se Bitcoin fosse completamente privato, non sarebbe possibile controllare l’integrità del sistema monetario nel suo complesso.

Ogni 10 minuti in media, una nuova “pagina” di transazioni viene aggiunta al libro mastro, chiamata “blocco”. Per visualizzare meglio, pensa a un libro mastro fisico in cui le transazioni sono limitate a una pagina ogni 10 minuti. Vi è quindi un limite alla frequenza con cui le pagine verranno girate per aggiungere nuove transazioni e il libro è in continua crescita.

Poiché i dati vengono aggiunti in blocchi e ogni blocco è collegato al blocco precedente (spiegato in seguito), il libro mastro è chiamato “blockchain”, una catena di blocchi in continua crescita.

Lo scopo della Blockchain non è solo quello di inserire nuovi dati nel giusto ordine cronologico: è quello di rendere i blocchi connessi digitalmente, in modo che qualsiasi modifica ai blocchi precedenti invalidi i blocchi futuri. Ciò rende evidente la storia del sistema monetario. Come discuteremo più avanti, il mining rende il sistema sicuro e a prova di manomissione.

Creazione di Bitcoin

Bitcoin è stato creato il 3 gennaio 2009 da una persona o un gruppo di persone, chiamato con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto. Nessuno sa chi sia “lui” e “lui” è scomparso poco dopo aver creato Bitcoin.

Nella prima pagina del libro mastro, il primo blocco, quando Bitcoin è iniziato per la prima volta, sono stati creati solo 50 bitcoin. Cosa significa? Significa che la prima voce nel primo blocco conteneva una transazione di 50 bitcoin – Proprio come potresti aprire un nuovo libro e scrivere “Ho 50 dollari”.

Non preoccuparti troppo ora del fatto che sono creati apparentemente dal nulla: questa obiezione naturale iniziale sarà smentita più avanti nel corso della serie.

Per ogni nuova pagina aggiunta al “libro” di Bitcoin, sono state create altre 50 “monete”. Su ciascuna delle “pagine”, oltre alle monete appena create, esiste anche qualsiasi movimento di bitcoin da una persona all’altra – le “transazioni bitcoin”.

Ogni 210.000 pagine, o “blocchi”, il tasso di creazione di bitcoin si dimezza in modo che sul blocco 210.001, venivano creati 25 bitcoin invece di 50. Poi sul blocco 420.001, 12.5 bitcoin sono stati creati invece di 25. Poi sul blocco 630.001, il 12 maggio 2020, sono stati creati 6,25 bitcoin invece di 12,5. Questi eventi sono chiamati “Halvings” di Bitcoin (o “Dimezzamenti” – c’è un dibattito in corso su quella terminologia).

In circa l’anno 2140, poiché sempre meno bitcoin vengono creati per blocco, arriverà un giorno in cui l’unità più piccola possibile (0,00000001 bitcoin, chiamata 1 Satoshi) verrà creata per blocco e non potrà più essere dimezzata. Ciò si tradurrà in un limite di 21.000.000 di bitcoin creati e non ne verranno mai creati altri. Attualmente esistono circa 18,5 milioni di bitcoin.

Nodi: la blockchain viene copiata, i Bitcoin no

È importante sottolineare che, sebbene le unità di bitcoin non possano essere copiate all’interno del libro mastro, il libro mastro stesso (Bitcoin con una “B” maiuscola) può essere copiato e viene copiato, tutto il tempo, e questo è fondamentale per essere resistente agli attacchi o allo spegnimento.

Copie del libro mastro si trovano su migliaia di computer in tutto il mondo, e sono tutti collegati in una rete e sincronizzati tra loro. Questi computer sono chiamati “nodi”.

Chiunque può partecipare a questa rete di “nodi”, si tratta solo di scaricare il software, chiamato Bitcoin Core, da bitcoin.org e collegarlo ad altri computer via Internet che eseguono Bitcoin Core (la sincronizzazione avviene automaticamente).

Il nuovo programma scaricato comunica quindi con altri computer che eseguono lo stesso software, per copiare la Blockchain bitcoin, mantenendo queste connessioni per partecipare come parte della rete.

Una volta che un nuovo nodo è sincronizzato con gli altri, attende (come tutti gli altri nodi) la creazione di nuovi blocchi (da parte dei minatori). Questi vengono propagati attraverso la rete e tutti i computer si aggiornano da soli. Un nodo può spegnersi per qualsiasi motivo e tornare a unirsi alla rete in qualsiasi momento. Deve solo recuperare aggiungendo i nuovi blocchi che ha perso.

Il passato della blockchain non può essere cambiato, è una registrazione permanente di tutte le transazioni ed è distribuito in tutto il mondo. Non può essere sradicato. Per spegnere Bitcoin, ognuno di questi nodi deve essere trovato e distrutto. Poiché questo è praticamente impossibile, Bitcoin è praticamente impossibile da fermare.

Revisione rapida

Per riassumere brevemente finora, la Blockchain di Bitcoin contiene una catena di blocchi connessi, ognuno con bitcoin appena creato (da “niente”) e qualsiasi movimento di proprietà bitcoin (transazioni). Nuovi blocchi vengono aggiunti ogni 10 minuti e migliaia di computer mantengono una copia aggiornata identica dell’intera catena.

Archiviazione di Bitcoin: chiavi private

È interessante sapere che non si può mai effettivamente “possedere” alcun bitcoin, secondo la comprensione generale della parola “proprio”. Le quantità di bitcoin sono solo numeri sulle molte copie blockchain identiche (che tutti possono vedere), associate a una stringa (lettere e numeri) chiamata “indirizzo” Bitcoin. 

Quello che hai è la chiave. Una chiave è come una “password” segreta: in realtà è un numero binario generato casualmente, estremamente grande (zeri e uno), a cui solo tu hai accesso. Puoi conoscere un numero, ma non puoi possederlo. Quindi, conosci una chiave, non possiedi la chiave, anche se è generalmente accettato dire “proprio”.

Poiché il numero è grande e casuale, due persone non genereranno mai la stessa chiave.

Un esempio di chiave privata Bitcoin (possono essere il doppio): 

Questo numero è difficile da annotare per un essere umano. Quindi è stato sviluppato un sistema, un protocollo, in cui le parole possono essere usate per rappresentare quel numero. Di seguito è riportato l’insieme di parole uguali al numero precedente:

La chiave privata viene utilizzata per creare un insieme univoco (unico per quella chiave) di indirizzi bitcoin apparentemente infiniti utilizzando una formula matematica predefinita. Di seguito sono riportati i primi indirizzi diversi per la chiave sopra riportata:

Se sulla Blockchain di Bitcoin c’è un indirizzo noto per avere un po’ di bitcoin associato ad esso, e se sei il “proprietario” della chiave privata che ha fatto quell’indirizzo Bitcoin, allora hai il potere di rimuovere bitcoin da quell’indirizzo e inviarli a qualsiasi altro indirizzo Bitcoin che ti piace. 

Se li sposti in un indirizzo associato alla chiave privata di qualcun altro, quella persona ora controlla dove quei bitcoin possono essere trasferiti, quindi hai effettivamente pagato questa persona. Il saldo nel tuo indirizzo Bitcoin è sceso e il saldo nel suo è aumentato dell’importo del pagamento. 

Un altro modo di pensare è che la Blockchain di Bitcoin è un muro pubblico di scrittura che tutti possono vedere. Hai il permesso di apportare modifiche al muro se puoi dimostrare di avere le chiavi private. 

Tale assunto deriva dall’utilizzo della chiave privata per firmare una transazione. Questo processo si basa sulla crittografia: non è necessario capire più a fondo di quello per utilizzare Bitcoin. Succede in background e il tuo portafoglio se ne occupa. 

Archiviazione di Bitcoin: portafogli

Un portafoglio è un software che memorizza la tua chiave digitale privata. Il portafoglio non fa parte della Blockchain di Bitcoin, comunica con esso. 

È un software privato. Il portafoglio in realtà non ha bitcoin di per sé. Chiede al Bitcoin Network, “quanti bitcoin ci sono nei miei indirizzi?” 

Ricorda che è la chiave privata che matematicamente crea indirizzi illimitati e controlla la “spendibilità” del bitcoin associato a tali indirizzi. Tutti gli indirizzi sono univoci per la chiave. Poiché il portafoglio conosce la chiave privata, può capire gli indirizzi. Puoi avere molte copie di un portafoglio su vari dispositivi, ognuno con la stessa chiave privata, e ognuno mostrerà quindi gli stessi indirizzi bitcoin.

Il portafoglio Bitcoin:

Se una chiave viene persa, i bitcoin controllati dalla chiave smarrita non può mai essere spesi da nessuno. Il bitcoin esiste ancora sulla blockchain ma non può essere speso (spostato su un altro indirizzo) ed è effettivamente “perso”, è inutile. 

La parola “portafoglio” può confondere i nuovi arrivati perché viene utilizzata in due modi: il primo utilizzo descrive il software che contiene le chiavi. Il secondo descrive tutti gli indirizzi effettuati da una chiave privata. 

Software (chiamato portafoglio) – > la chiave privata – > raccolta di indirizzi (chiamata portafoglio)

Un esempio di un portafoglio appena creato è il seguente.

Transazioni

Una transazione Bitcoin può essere pensata come un piccolo pacchetto di dati che indica una quantità di bitcoin da spostare, un indirizzo di origine, un indirizzo di destinazione e una firma. Un po’ come un assegno bancario (importo, mittente, destinatario, firma). 

La transazione è prodotta dal portafoglio software del mittente, è firmata dalla chiave privata contenuta nel portafoglio e quindi il portafoglio invia i dati della transazione a un nodo Bitcoin. Un po’ come una persona che scrive un assegno, non lo consegna al destinatario, ma lo deposita direttamente sul conto bancario del destinatario. 

Quel nodo controlla quindi che la transazione sia valida (cioè che non tradisce le regole di Bitcoin) e che include il controllo della firma effettuata dalla chiave privata è autentico. Ciò è simile a un banchiere che controlla se la persona che scrive l’assegno ha fondi nel conto di origine e che la firma sull’assegno è reale. 

Il nodo accetta la transazione se è valida e solo allora la passa ad altri nodi. Si noti che una chiave privata viene utilizzata per firmare una transazione ed è la firma, non la chiave privata, che viene passata ai nodi e alla blockchain pubblica. 

Ogni nodo che accetta la nuova transazione la aggiunge a una lista d’attesa denominata “mempool”. Ogni nodo mantiene la propria copia della lista d’attesa. 

Le transazioni restano nel mempool in attesa che i minatori bitcoin le prendano e le aggiungono al prossimo blocco Bitcoin. Un minatore finalizza il blocco e lo invia a un nodo, e dopo averne verificato la validità, il nodo lo passa a tutti gli altri nodi che nel mentre lo controllano. Il blocco e le nuove transazioni contenute all’interno diventano quindi parte della Blockchain. 

Se un portafoglio ha un indirizzo che si aspetta un pagamento, controlla che la transazione pertinente sia stata aggiunta alla blockchain. I nuovi dati sulla blockchain vengono utilizzati per aggiornare il saldo riflesso nel portafoglio. 

Un esempio contribuirà a illustrare il tutto. Immagina che Alice paghi a Bob 1.0 bitcoin. Ignorerò qualsiasi commissione di transazione per semplicità. Sulla metà sinistra dell’immagine qui sotto, il portafoglio di Alice ha un indirizzo (il terzo indirizzo) con 1.0 bitcoin in esso. Effettua un pagamento esattamente di tale importo al terzo indirizzo Bitcoin di Bob che ha 5.15 bitcoin associati ad esso. Bob ha detto ad Alice qual era il suo terzo indirizzo (cioè ha fornito una fattura), e il portafoglio di Alice ha fatto una transazione che descrive gli indirizzi di origine e destinazione e l’importo da trasferire. 

Ha quindi pubblicato la transazione sul Bitcoin Network (ha inviato la transazione al mempool di un nodo, un minatore ha incluso la transazione in blocco, il blocco è stato rispedito a un nodo, il nuovo blocco è stato distribuito a tutti i nodi). Entrambi i loro portafogli si aggiornano in base ai dati sulla blockchain (chiedendo un nodo via Internet). 

Sul lato destro del diagramma c’è lo stato dei due portafogli dopo la transazione. Il terzo indirizzo di Alice nel suo portafoglio ha zero bitcoin. L’indirizzo di ricezione di Bob ora ha 6.15 bitcoin invece di 5.15 bitcoin. Bob è stato pagato.

Mining

Non è necessario comprendere il funzionamento interno del mining per capire come funziona Bitcoin. Non dovresti nemmeno considerare di tentare di estrarre bitcoin come individuo. Non è redditizio. L’estrazione mineraria è redditizia solo per le grandi imprese con accesso all’elettricità estremamente economica (al di sotto del prezzo al dettaglio). Di seguito è riportata l’immagine di una piccola “fattoria” mineraria:  

È necessaria solo una comprensione di base del mining per capire come funziona Bitcoin – Allo stesso modo in cui un accumulatore d’oro non ha bisogno di sapere come viene estratto l’oro. 

L’estrazione viene effettuata blocco per blocco, e i minatori sono tutti in competizione per estrarre il blocco successivo. Si tratta di spendere il potere del computer per cercare un numero speciale, facendo ripetuti tentativi ed errori. Non c’è alcun “calcolo” coinvolto di per sé, anche se è comunemente descritto in questo modo. È forza bruta e costa elettricità. 

Quando il numero viene trovato per il blocco successivo, il minatore viene ricompensato con dei bitcoin all’interno di quel blocco. Oltre a includere le transazioni di altre persone, ogni minatore effettua una transazione che dice effettivamente “Il mio indirizzo ha 6.25 bitcoin appena creati”. Tutte le altre transazioni nel blocco sono movimenti di bitcoin, non creazione di bitcoin. 

Questa ricompensa è il modo in cui i bitcoin vengono regolarmente creati ad ogni blocco. Poiché il minatore ha trovato il numero speciale, dimostra che il lavoro del computer è stato fatto, in modo che quando il blocco viene passato ai nodi, tutti accetteranno questa creazione di bitcoin come valida. Chi lo fa per primo, vince. Arrivare secondi è infruttuoso. Una volta che c’è un vincitore, tutti i minatori iniziano a lavorare per vincere il blocco successivo. 

Chiunque cerchi di imbrogliare fallirà, perché non avrà il numero giusto. Il numero è molto difficile da trovare, ma è facile e veloce per i nodi verificare che sia valido. 

Questo sforzo del computer NON è energia SPRECATA. Si tratta di un meccanismo di difesa. I minatori spendono questa energia, cercando una ricompensa in bitcoin. Qualsiasi attaccante, qualcuno che desidera manomettere la blockchain, deve competere spendendo più energia dell’intera potenza mineraria mondiale combinata e potenzialmente non ricevere ALCUNA RICOMPENSA se fallisce. Più energia viene spesa dai minatori, più costoso diviene attaccare Bitcoin. 

Tutta la potenza del computer minerario in tutto il mondo COMBINATA sta proteggendo l’integrità dell’intero sistema Bitcoin. Protegge la blockchain, quindi nessuno può apportare modifiche contro le regole bitcoin o rubare fondi. 

Oltre a questa sicurezza generale, c’è anche un discorso di sicurezza personale. Quando controlli bitcoin con una chiave privata, il tuo “controllo” è protetto da te mantenendo la tua chiave sicura e segreta. Se qualcuno ha la tua chiave privata, può rubare i tuoi fondi e farlo senza infrangere le regole di Bitcoin.

Perché Bitcoin può essere denaro?

Bitcoin può essere denaro perché ha tutte le caratteristiche desiderabili di un buon denaro. È divisibile, portatile, durevole, riconoscibile, trasferibile (mezzo di scambio), misura il valore (unità di conto) ed è facilmente verificabile. Fondamentalmente, non dipende dall’onestà degli esseri umani, o dal coordinamento centrale, e non può essere svilito creandone di più. 

Un contro-argomento (da esplorare in un articolo futuro) è che il denaro ha bisogno di “valore intrinseco” – In effetti, nulla ha un valore intrinseco. L’argomento dovrebbe essere formulato: “Deve avere un valore per qualcosa di diverso dal denaro. ” – Anche questo non è vero. Il denaro non ha bisogno di un valore alternativo. È una lingua. La lingua di valore. 

Confrontalo con la lingua inglese: Lo scopo dell’inglese è quello di “memorizzare” e comunicare SIGNIFICATO. L’inglese non ha un “significato intrinseco”. Le parole stesse sono solo simboli astratti o rumori. Le persone non parlano inglese perché credono che ci sia qualcosa di intrinseco ad esso. Lo fanno perché anche le persone con cui comunicano parlano la stessa lingua. La rete di persone che parlavano la lingua iniziò in piccolo, e crebbe. 

Per il denaro del libero mercato (non il denaro imposto dal governo), le persone parlano la lingua del valore con altri esseri umani che accettano quella lingua. Allo stesso modo in cui l’inglese non ha bisogno di alcun valore intrinseco per essere accettato come lingua, il denaro non ha bisogno di alcun valore intrinseco per essere accettato come lingua. 

Qualsiasi rapporto qualità-prezzo alternativo è utile solo per le fasi iniziali dell’adozione della lingua. Una volta adottato, il valore alternativo diventa irrilevante: potrebbe persino scomparire e non avrebbe importanza. È così che l’oro è cresciuto come lingua del denaro. La sua utilità per altri scopi è bella, ma irrilevante. Sono state le sue proprietà monetarie superiori e la relativa scarsità a crescere il suo dominio come moneta di libero mercato, non i suoi usi alternativi o valore alternativo. 

Ora, per la prima volta, c’è qualcosa di molto meglio dell’oro. Ha solo bisogno di tempo perché le persone imparino la lingua. 

Un candidato al denaro ha bisogno non solo delle proprietà giuste, ma anche dell’accettazione sociale, e in un libero mercato deve iniziare come il migliore. Una volta che è in testa per l’accettazione, non deve più essere il migliore. Può essere abbastanza buono come denaro, e qualsiasi nuovo concorrente che sia solo leggermente migliore non può recuperare il ritardo accumulato. 

Per illustrare il tutto con l’esempio della lingua, si può dire che se ci fosse una nuova lingua analoga all’inglese, ma un suono un po’ più bello, leggermente migliore, l’inglese comunque non verrà mai superato. L’inglese rimarrà dominante perché è già dominante. Questa è una proprietà delle reti. 

Al contrario, il motivo per cui Bitcoin sorpasserà l’oro, non è perché è leggermente migliore, ma perché è molto meglio. È probabile che superi la moneta dominante del libero mercato perché risolve le maggiori debolezze dell’oro.

I punti deboli dell’oro sono i seguenti:

  • Non è facilmente divisibile per i piccoli pagamenti
  • Non è facilmente trasportabile (prova a portare diversi chilogrammi all’estero)
  • Non è digitale
  • Il trasporto finale è molto lento e costoso (consegna fisica).
  • È costoso conservare in modo sicuro
  • È centralizzato
  • È stato confiscato dai governi (Ordinanza 6102)

Per superare molte limitazioni, furono create valute sostenute dall’oro. Ciò ha permesso alle persone di scambiare valore in modo più facile, anche digitalmente, ma ciò ha introdotto nuove limitazioni: le terze parti fidate. Bitcoin supera i difetti dell’oro, senza una terza parte di fiducia. Questo è davvero incredibile.

Dalla completa rimozione del presidente Nixon del sostegno del dollaro statunitense all’oro nel 1971, il dollaro divenne moneta, non una valuta. Soldi facili, non soldi duri e sonanti. 

Ora abbiamo più valute di carta governativa sostenute da nulla: possiamo concludere che l’oro è fallito. Se il mondo tornasse incredibilmente al gold standard, la stessa identica cosa potrebbe accadere di nuovo in seguito. Abbiamo bisogno di una soluzione migliore, e ce n’è una. Ma è improbabile che i governi adottino volontariamente Bitcoin (anche se è possibile). Come disse il famoso Hayek, con una citazione ben nota negli ambienti Bitcoin: 

“Non credo che avremo mai più un buon denaro prima di togliere la cosa dalle mani del governo, cioè non possiamo toglierli violentemente dalle mani del governo. Tutto ciò che possiamo fare è introdurre qualcosa che non possono fermare.” – Friedrich Hayek nel 1984 

Anche se è molto meglio dell’oro, Bitcoin non sarà in realtà denaro fino a quando non sarà accettato dalla maggior parte delle persone come denaro. Necessita di tempo per svilupparsi. Tutti nel mondo devono VOLERLO. Questo è l’ultimo ostacolo per Bitcoin.

Perché Bitcoin è importante?

Bitcoin è importante perché non abbiamo soldi del libero mercato. Il nostro denaro è creato e controllato dai governi e dalle banche centrali, e tale controllo consente loro di estrarre il tempo umano (risparmi) da noi contro la nostra volontà – attraverso la creazione di denaro. Questo è un disastro umanitario, e per saperne di più su questa ingiustizia nel corso della storia umana, vi incoraggio a leggere l’articolo incredibilmente ben scritto di Robert Breedlove, “Maestri e schiavi del denaro”.

Ci sono molte altre ragioni per cui Bitcoin è importante, ma questo è di gran lunga il massimo. C’è chi può immaginare (me compreso) che un mondo con moneta di libero mercato e banche centrali sradicata, sarà un mondo di pace e prosperità. Questo è il sogno.

Soldi del libero mercato vs baratto

In un libero mercato, alla fine ci sarà un solo denaro. Il denaro risolve il problema del baratto. Se il denaro del libero mercato funziona, il baratto alla fine scomparirà. Si noti che la maggior parte dei paesi ha denaro governativo (che è richiesto dalla legge) da utilizzare per lo scambio, scrivere contratti e pagare le tasse. Non si tratta di denaro del libero mercato, ed è per questo che molte valute possono esistere, e anche perché i cambi sono necessari per il commercio internazionale.

Quando si conserva la proprio ricchezza, un individuo ha incentivi nell’immagazzinarla nel denaro più accettato , non il secondo più accettato. Questa pressione alla fine si traduce nell’assorbimento di tutti i depositi di ricchezza da parte del denaro principale. Ma ci vuole tempo.

Riepilogo

Spero che questo possa aiutarti a capire cos’è effettivamente Bitcoin e perché non è solo un token inutile “supportato da nulla” che i governi possono facilmente fermare. Questa è una prima infarinatura, ma mentre graffi la superficie, ti renderai conto che è qualcosa di mozzafiato. Negli articoli futuri scriverò delle obiezioni tipiche delle persone (ce ne sono molte) e delle mie risposte. Scriverò anche sulle preoccupazioni che vengono dopo aver capito Bitcoin e delle loro eccellenti contro-argomentazioni.

Questo articolo non è “troppo tecnico” per iniziare. Quando sei pronto per il prossimo passo nella comprensione tecnica, consiglio vivamente questa superba lezione di Andreas Antonopoulos. Non c’è nient’altro di simile.

Per una comprensione più profonda di Bitcoin in generale, vedi il programma che ho creato e vari altri articoli educativi sul mio blog.

Sono anche disponibile a rispondere alle domande e posso essere contattato su Twitter – @parman_the .

%d bloggers like this: